Studio Tondo – dottori commercialisti in Lecce

Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18 – cosiddetto “cura Italia”

Cito testualmente

“Art. 44 (Istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19) 1. Al fine di garantire misure di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attivita’ o il loro rapporto di lavoro e’ istituito, nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, un Fondo denominato “Fondo per il reddito di ultima istanza” volto a garantire il riconoscimento ai medesimi soggetti di cui al presente comma, di una indennita’, nel limite di spesa 300 milioni di euro per l’anno 2020.”

Il primo comma dell’art 44, del “cura Italia” crea un fondo di 300 mila euro a favore dei lavoratori danneggiati dall’emergenza
Dovrebbe garantire un reddito di emergenza a quelle categorie di lavoratori non contemplati dalle altre misure quali il bonus per gli iscritti alle gestioni Inps e casse previdenziali private.

Ritengo che possano accedere a tale fondo, per esempio, i prestatori d’opera occasionali che non hanno l’obbligo di iscrizione alla gestione sepatata Inps.

Attendiamo conferme in tal senso.

Dr. Pierdamiano Tondo – commercialista in Lecce